Giovani e cultura: la mediazione scolastica per la gestione dei conflitti e prevenzione del bullismo e cyberbullismo: concluso il progetto la “mediazione in cartella “ rivolto alle classi II Liceo Scientifico e ITE “Enrico Fermi” di Gaeta.

Il giorno 28 gennaio 2020 presso l’aula consiliare del Comune di Gaeta  si terrà l’incontro conclusivo del progetto “La mediazione in cartella” effettuato con gli alunni delle classi seconde, sul tema della mediazione scolastica, gestione dei conflitti e prevenzione del bullismo e cyberbullismo.

L’incontro avverrà alla presenza del il sindaco del comune di Gaeta, Dott. Cosmo Mitrano, l’assessore alla politiche sociali del Comune di Gaeta, Prof.ssa Lucia Maltempo, del Dirigente scolastico dell’IIS “ E. Fermi” di Gaeta, Prof.ssa Dott.ssa Maria Rosa Valente, il Presidente dell’Associazione Kairos, Avv. Lucia Dell’Oro D’Amico, l’Avv. Roberta Castini, l’Avv. Ester Saraniero, l’Avv. Monica Costa e l’Avv. Pina Cupolino esperti mediatori dell’Associazione Kairos che hanno curato il percorso progettuale nelle singole classi. Nell’ambito della diffusione della cultura sulla gestione pacifica dei conflitti attraverso la mediazione, i ragazzi hanno  appreso nuove e più efficaci modalità di gestione del conflitto e delle relazioni tra pari, migliorando la consapevolezza relativamente alle conseguenze delle parole, gesti e scelte e stimolando la capacità di dialogo e comprensione reciproca. In tal modo sono state acquisite dagli studenti coinvolti nel progetto, strumenti per prevenire l’insorgenza di situazioni conflittuali  ovvero per gestire in maniera costruttiva il conflitto qualora si presenti.  Durante l’incontro gli studenti illustreranno i lavori realizzati (cartelloni, composizione di una piramide della mediazione effettuata con riciclo di materiali di scarto, presentazione grafica)all’esito degli incontri tenuti nelle singole classi.

Nella seconda parte della mattinata i ragazzi saranno spettatori di un secondo evento, sarà loro presentata “la carta dei  diritti dei figli nella separazione dei genitori” realizzata dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, che ha come filo conduttore la continuità degli affetti, delle abitudini di vita e soprattutto la necessità di riconoscere al figlio durante la disgregazione del nucleo familiare il diritto a continuare ad essere amato e non coinvolto negativamente nel conflitto. Interverrà  a mezzo video messaggio, la Dott.ssa Filomena Albano Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza ed infine la Dott.ssa Francesca Coppola, psicoterapeuta, psicologa forense e ctu del Tribunale di Cassino.